giovedì 9 giugno 2011

Rosathea e l'amore


L'amore non è un problema, come non lo è un veicolo: problematici sono soltanto il conducente, i viaggiatori e la strada.
(F. Kafka)

Si, è proprio vero, siamo noi a complicare sempre tutto... non abbiamo la patente per amare!!!
L'amore è diventato una malattia, qualcosa da evitare per paura di un contagio... eppure vorrei tanto tornare a far palpitare questo piccolo muscolo che è nel mio petto... vorrei tanto avere quel sorriso ebete stampato sul viso quando mi arriva un sms dall'uomo che irrompe nelle mie fantasie erotiche diventando regista e protagonista  assoluto  , gioire dello sguardo di lui quando ci incontriamo e  sono tutta bella e profumosa... 
L'amore che ti fa saltellare anche se hai un menisco fottuto...  che ti permette di sopportare le piccole difficoltà quotidiane... l'amore dei romanzi rosa, dove la protagonista ha sempre una camicetta color cremisi e gambe lunghe e affusolate...
Io faccio parte di quella categoria che ha maledetto l'amore per tanto tempo, che guarda dall'alto al basso chi scrive quelle frasi mielose e appiccicaticce di zuccherosi aggettivi...
L'amore, argomento principale delle vostre mail, chiodo fisso che penetra sino al fondo dell'anima procurando quel dolore sordo che non permette di vivere con serenità..
Va bene, siano tutti concordi che il principe azzurro non esiste, che l'amore richiede investimento ( per fortuna non ci sono tassazioni... ancora!).... ma io ho voglia di innamorarmi... starò invecchiando?


Rosathea

Nessun commento:

Posta un commento