domenica 1 gennaio 2012

L'isola che c'è e il guardiano del faro...

Ho così tanto da dirti, ma spesso, come ben sai,  faccio confusione con le parole... ma la confusione è il mio stato normale... confondo le parole, i gesti, le vie, i sentimenti... sono confusa di mio, forse quando sono nata mi hanno sbatacchiata un pò troppo forte creando così uno stato di disordine interiore...  crescendo ho avuto modo di incontrare persone che sono entrate nel mio mondo, c'è chi ha messo ancora più disordine, c'è chi ha cercato di far pulizia buttando via un pò di roba, chi ha scansato i mucchi di emozioni accatastati con fare schifato... il caos diventava cosi insopportabile e a volte doloroso portandomi così a costruire barriere inespugnabili tra me e il mondo, creando un'immagine di me distorta...  c'è chi si pensa che rinchiudersi nella torre più alta del castello possa servire a preservarsi dalle delusioni, ma non sempre è così perchè alla fine si rischia di convivere con i propri fantasmi, crogiolandosi nei se, nei ma, vivendo passivamente senza mettere azioni negative o positive che possano però portare a qualcosa di concreto... come disse qualcuno non c'è gusto a vivere la propria vita da spettatore inerme, seduti comodamente su una poltrona di velluto rosso odorosa di polvere, con il pacco di popcorn da un lato e un pacchetto di fazzoletti dall'altro, visto che abbiamo una vita sola viviamola da protagonisti! 
Qui potrei inventarmi una storia di draghi e cavalieri, di fate e di boschi incantati, ma non è fantasia quella che io sto vivendo con te, ma una realtà tangibile, concreta...  una realtà con gli aspetti positivi, ma anche quelli negativi, senza puntare mai il dito contro e senza frettolosi giudizi che non portano a nulla di concreto...  non è una storia d'amore della serie: e vissero tutti felici e contenti...  non è una storia d'amore, ma un rapporto tra due PERSONE che vivono senza maschere e senza ruoli... che si annusano, si vivono si sopportano e rispettano i propri spazi... poi magari tra qualche tempo ci troveremo insopportabili... sarebbe bello riuscire a prendere solo le cose buone di un rapporto per riporle nei bauli dei ricordi sereni e utilizzare ciò che invece è stato negativo per crescere e evitare di commettere gli stessi passi falsi... ma siamo esseri umani e chissà perchè amiamo perseverare, sappiamo essere davvero esseri diabolici! Ma non voglio perdere il filo della questione, sono davvero brava in questo... l'augurio è che ognuno di noi trovi la persona complementare, la persona con la quale crescere e smussare gli angoli acuti del nostro essere... siamo equazioni matematiche complesse... Caro guardiano dell'isola, come al solito mi sono persa tra frasi ed esempi astrusi, ma tutto questo era per dirti grazie... con un ruolo mi sarei annoiata, con una persona sto vivendo e sto crescendo... ma forse accade anche a te...Buon anno guardiano del faro e grazie! E grazie a tutti quelli che anche solo per poco hanno transitato nel mio mondo...




sabato 31 dicembre 2011

BUON ANNO!

Ed è arrivato l'ultimo dell'anno... quante cose sono accadute, legami di plastica e di cartone, ma anche legami senza troppe parole, unioni non urlate e vissute sino in fondo o scoppiate... cambiamenti, traslochi... rabbia e rancori che si scioglieranno, perchè alla fine i sentimenti negativi tendono a dissolversi nell'aria, o almeno per quel che mi riguarda... ho perdonato quasi tutti, inizio a farlo anche con me stessa, perchè si sa, le nostre mancanze, le colpe battute in pieno petto sono quelle più difficili da far scivolare via,ci vuol tempo... non ho ancora digerito il trattamento di Marco della Transnova, un uomo tutto d'un pezzo che dirige un'azienda, ma non ha il coraggio delle proprie azioni, che licenzia e manda avvisi tramite sms... la conferma che non è l'organo genitale che fa l'uomo, ma ben altro... si perde, ci trova, si cerca..alla fine siamo tutti in un bosco alla ricerca di funghi, c'è chi con il tempo impara a distinguere quelli velenosi da quelli commestibili, chi ancora ha ancora molto da imparare... non chiedetemi perchè mi è venuto in mente questo paragone, alla volta mi chiedo anche io il perchè di certi miei pensieri e ancora attendo risposta... che dire ancora? Come al solito potrei scrivere contorcendomi con verbi e aggettivi e facendo i salti mortali tra virgole e parentesi, ma per quest'anno basta parole, credo di averne dette già troppe... Buon anno a tutti e che possa davvero essere l'inizio di un capitolo nuovo per tutti...

mercoledì 28 dicembre 2011

Facebook:fenomeno sociale o da baraccone?

Facebook sta diventando la scappatoia dalla solitudine, un grido per rompere la monotonia della vita...per molti è diventato quasi vitale... per me è sempre stato un mezzo che mi ha portato a conoscere tante persone... con qualcuno ho legato un pò di più, con altri meno... c'è chi ha consolidato un rapporto e chi invece ha distrutto tutto grazie a chi è stato dotato di lingua solo per dire cattiverie e un cervello per riempire la scatola cranica... ho riso, ho pianto, ho anche avuto modo di toccare mondi paralleli che a volte si sono incrociati, ma non tutti mi sono piaciuti... ho conosciuto un guardiano che mi ha regalato e che ancora mi regala emozioni forti e tanti sorrisi, nonostante l'amarezza del momento...insomma, su questo mondo ci sarebbe da scrivere davvero tanto... forse è questo un modo per ringraziare chi mi è rimasto accanto, nonostante il mio essere burbera, nonostante le mie stranezze e il mio non esserci, ma anche chi ha deciso di allontanarsi dandomi il modo di analizzare il mio modo di fare... non sono giusta, non sono saggia come non lo è nessuno di noi..accettasi e accettare, ma anche cercare di smussare gli angoli spinosi del nostro carattere... spesso mi inalbero ed esce fuori la carogna che è in me, ma poi cerco di riflettere...onore, rispetto, amicizia, tolleranza , io non so se sono solo parole vuote o se davvero hanno un loro valore, non so se basta scriverle per sentirle davvero... ad ognuno è stata data la possibilità di avere il proprio momento di gloria, di scrivere una frase che è riuscita ad arrivare al cuore di qualcuno, oppure a far storcere il muso... uno strumento virtuale che diventa oggetto di analisi, un fenomeno di cui parlare... 
Grazie a tutti
Rosathea, Lady Altea, Sabrina EroticArt, Lina