lunedì 20 giugno 2011

Sensualità...


Nel mio blog, come avrete potuto notare, ospito anche amiche virtuali e non, persone che hanno da dire, da comunicare qualcosa, o semplicemente, ciò che scrivono ammalia la mia attenzione... i versi che accompagnano il mio scatto sono di Dolce Gioia, un'anima per certi versi, simile alla mia...

Rosathea


Ecco la mia sensualità: 
fantasie indossate come gioielli eleganti..
caldi pensieri come scarpe lussuose su cui passeggiare..
e labbra come un vestito seducente da spogliare di baci...

Dolce Gioia

Cheexx... quando un'anima splende come un faro nella notte...


L'incontro con Cheexx è stato come un'esplosione di colori, una luce alla fine di un tunnel..non vi parlerò di lei, anche perchè rischierei di essere troppo di parte,preferisco che la conosciate attraverso le sue parole...  

Rosathea


Non sono una geisha esperta nelle arti dell’amore.
Non so procurarti piaceri intensi e raffinati.
So che ho fame del tuo desiderio. Di un desiderio così forte da spingerti a prendermi con brutalità, con forza.
Il tuo desiderio mi eccita. La mia fantasia è il tuo sguardo.
La voglia di avermi così forte da farti male, così urgente da farmi male.
Così profondo da volermi tutta, mordermi per farmi entrare dentro te, spingerti con violenza in me per diventare uno.
Fammi urlare, di piacere, di dolore, di amore.
Fatti trovare.
Per favore. 

domenica 12 giugno 2011

Morì senza aver mai osato osare....

Ci sono aspetti di noi che non vogliamo vedere, altri che non immaginiamo neanche di possedere.

Spesso accettare se stessi è difficile, forse perché la cultura che ci è stata imposta castra la nostra essenza, la parte più vera di noi...
E' un periodo che sento i miei sensi all'erta, a volte ho come l'impressione di essere come un bambino in un negozio di giocattoli o in una pasticceria visto che, oltre tutto, mi si è risvegliato l'appetito di un caimano... Sto scoprendo sfaccettature di me che non credevo o forse, semplicemente non OSAVO... Ho bisogno di gustare tutte le pietanze che mi attraggono: quel piatto perché c'è colore, quell'altro perché la carne mi piace, l'altro ancora perché ha spezie da me mai assaggiate.
"Morì senza aver mai osato osare" è' una citazione di Giovanni SORIANO, tratta da "Maledetti. Pensieri in soluzione acida" è da venerdì che penso a questo verbo: OSARE... Io lo sto facendo, giusto o sbagliato che sia, non faccio del male a nessuno, forse, la mia voglia di protagonismo potrà far storcere il naso a qualcuno, ma non ho più voglia di sedermi nell'angolino e pensare se devo o non devo... mi butto! Altrimenti perdo l'onda, ma cosa importante, non è che io cavalchi TUTTE le onde, ma solo quelle che mi garbano, perché oltre ad osare voglio anche SCEGLIERE!
Se mi guardo indietro, vedo una persona rigida, sin troppo forse, una donna che non ha vissuto, rimanendo ad osservare la vita che scorreva, precludendosi chissà quante scoperte, quanti piaceri... Proprio ieri un'amica mi scriveva: carpe diem, voglio vivere il presente adesso!
A qualcuno il mio comportamento potrà anche non piacere, ma non tolgo niente a nessuno, anzi, forse reprimendomi, tolgo solo qualcosa a me stessa.
Rosathea